Accesso Rsa posti convenzionati

L’ammissione alla Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) è disposta, su domanda dell’interessato e nel limite dei posti letto disponibili, dall’Unità di valutazione Multidisciplinare (Uvm) del Distretto sanitario Centro-Sud, in applicazione delle normative provinciali in materia. L’Uvm è uno "strumento operativo" per la valutazione dei bisogni di natura socio-assistenziale e sanitaria, finalizzato all'individuazione, nell’ambito delle risorse disponibili, degli interventi che meglio rispondono alle esigenze della persona.
L’Uvm può essere attivata:
• dallo stesso interessato o dai suoi familiari;
• dal medico di base;
• dai responsabili dei servizi socioassistenziali territoriali;
• dalle unità ospedaliere.
L’Uvm, a cui partecipa anche il medico di base, raccolte tutte le informazioni utili a una valutazione multidimensionale, si riunisce di norma con cadenza settimanale e, comunque, entro 15 giorni dalla richiesta di attivazione per la definizione del progetto individualizzato di intervento e l’inserimento del nominativo dell’utente nella lista di attesa.
Nel momento in cui si rende disponibile un posto in Rsa, la direzione informa l’Unità valutativa multidimensionale del Distretto, che provvede a comunicare il nominativo della persona valutata non autosufficiente da inserire nella struttura.